No. Non è il mio preferito, ma che fu un grande artista è innegabile. Una voce che risuona con costanza nella memoria di chiunque ami lasciarsi colpire il petto dal pugno del soul. Ne fu il Re probabilmente, interprete fra i più noti, influencer – diremmo oggi – seguito ed emulato da tanti followers. Era cantore del sentimento nero, narratore del suo tempo, alternativamente poeta e provocatore. Ragazzo innamorato e contemporaneamente impersonificazione cantante della protesta afroamericana. Autore, interprete, produttore. Era un artista che morì ammazzato a trentatré anni, era Sam Cooke.

sam-cooke
Spesso considerato il “creatore” del genere Soul, Sam Cooke (che aggiunse una E al suo cognome originale perché pensava desse un tocco di classe) nacque nel Mississippi il 22 Gennaio 1931. Figlio di un ministro della Chiesa Battista, il reverendo Charles Cook, Sam iniziò ad appassionarsi al genere gospel fin da piccolissimo.

Il primo singolo Pop fu registrato da Sam adoperando lo pseudonimo di “Dave Cooke“, con l’intenzione di non farsi riconoscere. Questo perché vi era allora una considerevole avversione verso gli artisti gospel (come lui) che cantassero anche musica profana.

cbcfc1-20160223-sam-cooke-lines-up-a-photo
1957 – “On the road” of the Success

Il 7 Settembre 1957 Sam Cooke registra il suo primo singolo con l’etichetta Keen Records: “You send me“, successivamente reinterpretato da Aretha Franklin (1968), Rod Stewart (1992), e Phil Perry (2013).

“At first I thought it was infatuation, but woo, it’s lasted so long”

Fu con questa canzone che Cooke diventò la nuova “Superstar laica” per un pubblico eterogeneo, composto da bianchi e neri, giovani e vecchi, uomini e donne.

Ascolta “You send me” da Youtube.

Accade nello stesso anno:

  • Il 23 Gennaio i membri del Ku Klux Klan costringono il camionista afroamericano Willie Edwards (24 anni) a saltare giù da un ponte nel fiume Alabama, costringendolo al suicidio per annegamento.
  • Il 6 Luglio Paul McCartney e John Lennon si incontrano per la prima volta nella chiesa di St.Pete a Liverpool, durante l’esibizione dell’allora gruppo di quest’ultimo.
  • Il 5 Settembre Jack Kerouac (padre della “Beat Generation”) pubblica il libro On the road. Il suo stile ritmato ed immediato ispirerà il cantautore americano premio Nobel Bob Dylan.
  • Il 24 Settembre a Little Rock, in Arkansas, una folla respinge nove bambini di colore da una scuola pubblica.
  • Il 26 Settembre il musical West Side Story debutta con successo a Broadway.

UNSPECIFIED - MARCH 03: Photo of Sam Cooke. (Photo by Michael Ochs Archives/Getty Images)

1960 – What a wonderful triad

Il 14 Aprile 1960 Sam Cooke pubblica un brano che verrà inseguito inciso da molti grandi artisti come Otis Redding, Art Garfunkel e Rod Stewart: “What a wonderful world“. Rispondente al genere rock and roll misto R&B, il pezzo in questione fu scritto da Cooke insieme ad Herb Alpert e Lou Adler. I tre autori si firmarono con lo pseudonimo Barbara Campbell, nome della ragazza di cui Sam era follemente innamorato all’epoca delle scuole superiori. Il testo lo sappiamo tutti, parla di uno studente non troppo brillante che dichiara il suo amore ad una compagna di classe.

“Now I don’t claim to be an A student
but I’m trying to be
for maybe by being an A student baby
I can win your love for me”

Ascolta “What a wonderful world” su Youtube.

Il 26 Luglio Sam Cooke pubblica “Chain Gang”.
Per chain gang si intende un gruppo di detenuti, incatenati l’uno all’altro, costretti a fare lavori pesanti. La canzone è stata infatti ispirata proprio da un incontro che Sam ha casualmente avuto con una vera e propria catena di prigionieri su una strada durante un tour.

“That’s the sound of the man
working on the chain, gang”

Ascolta “Chain Gang” su Youtube.

L’8 Novembre, lo stesso giorno in cui J. F. Kennedy diventa il 35° Presidente degli Stati Uniti d’America, sconfiggendo Richard Nixon, Cooke registra “Sad Mood”.
L’elezione del rampollo democratico, però, non portò affatto bene a Sam che vide il suo ultimo brano vendere solamente 150.000 copie, circa un quarto delle vendite del brano precedente. Probabilmente il pubblico sentiva il bisogno di allontanarsi dal “sad mood” piuttosto che corrergli incontro.

“I don’t know when she left me
I don’t know where she’s gone
but all I know is I’ll never be happy
until my baby come back home”

Ascolta “Sad Mood” su Youtube.

Accade nello stesso anno:

  • Il 1 Febbraio, a Greensboro (North Carolina), quattro studenti neri si siedono al bancone di un bar riservato unicamente a bianchi dando origine ad una manifestazione che nel giro di pochi giorni si estese a molte città coinvolgendo settantamila persone fra studenti e simpatizzanti.
  • Il 5 Febbraio ha luogo al Cinema Capitol la prima nazionale del capolavoro felliniano La Dolce Vita. Il film fu fischiato.
  • In Aprile fu fondata la SNCC (Student Nonviolent Coordinating Committee), un’organizzazione destinata ad aiutare gli elettori neri a registrarsi.
  • Il 23 Maggio il governo istraeliano annuncia la cattura del criminale nazista Adolf Eichman.
  • Il 13 Novembre Sammy Davis JR. sposò May Britt. Il matrimonio tra l’artista di colore e l’attrice svedese desta scalpore perché le unioni interrazziali sono (all’epoca) vietate in 31 stati su 50 negli Stati Uniti.
  • Viene promulgato la Civil Richts Act: legge federale degli Stati Uniti che introduce pene per chiunque ostacoli la volontà di registrarsi alle liste elettorali o chiunque impedisca il voto stesso. Fu progettata per trattare con le leggi discriminatorie nei confronti degli afroamericani nel Sud degli USA.

sam-cooke-hd-picture-6457aff8af2f714c4ecd242970b4eaf4-large-1193005-11962 – Sing me do

Il 9 Gennaio 1962 Sam Cooke pubblica “Twistin’ the night away“, un brano disimpegnato e fresco che si farà facilmente amare dal pubblico, facendo recuperare all’artista tutta l’energia e il vigore necessario per sfornare nuovi grandiosi successi. Anche di questo brano Rod Stewart farà una celebre cover negli anni’70.

“Here’s a man in evening clothes
how he got here, I don’t know, but
man, you oughta see him go
twistin’ the night away”

Ascolta “Twistin’ the night away” da Youtube.

L’8 Maggio fu pubblicato “Bring it on home to me”, un brano scritto mentre Cooke era in tour. La canzone è una significativa rielaborazione del successo di Charles BrownI want to go home” (1959). Il pezzo di Cook conserva di quello di Brown il sapore gospel (Sam aveva bisogno di ritrovare le sue radici da agitatore d’anime e ritornare allo stile del suo ex gruppo: The Soul Stirrers) ma differisce in maniera rilevante nel ritornello.

“One more thing. I tried to treat you right
but you stayed out, stayed out at night
but I forgive you, bring it to me
bring your sweet loving
bring it on home to me”

Ascolta “Bring it on home to me” da Youtube.

Accade nello stesso anno:

  • Il 9 Luglio Andy Warhol espone alla Ferus Gallery di Los Angeles la sua opera “Campell’s soup cans“. Quella fu la sua prima mostra da solista.
  • Il 6 Agosto il governo del Sudafrica arresta Nelson Mandela incriminandolo per incitamento alla ribellione.
  • Il 16 Agosto nascono i Beatles. L’11 Settembre dello stesso anno registreranno il loro primo singolo: “Love me do“.
  • Il 1 Ottobre, scortato dagli agenti federali, James Howard Meredith è il primo nero ad iscriversi all’università del Mississippi.
  • Il 6 Novembre L’assemblea generale delle nazioni unite condanna l’Apartheid sudafricano e chiama a raccolta i membri delle nazioni unite per instaurare relazioni diplomatiche ed economiche con il Sudafrica.

sam-singing-c-abkco
1963 – I sing a dream

Il 28 Febbraio 1963 Sam Cook registra “Another Saturday Night” , una canzone contemporaneamente vivace e malinconica che racconta la solitudine. Il brano piacque così tanto al cantautore britannico Cat Stevens che, contrariamente alle sue abitudini, decise di fare una propria cover della canzone.

“Another saturday night and I ain’t gon nobody
I got some money cause I just got paid
How I wish I had someone to talk to
I’m in an awful way”

Ascolta “Another saturday night” da Youtube.

Il 21 Dicembre 1963 Sam Cook registra il suo capolavoro “A change is gonna come“. Una canzone ispirata dal brano di Bob DylanBlowin’ in the wind” dello stesso anno.
Durante il tour nel Maggio di quell’anno, Sam ebbe l’opportunità di parlare con alcuni dimostranti a Durham, nella Carolina del Nord. Ispirato dalle lotte contro la segregazione, Cooke decide di risponde alla ipotetica domanda posta da Dylan nel suo brano <<How many years can some people exist, before they’re allowed to be free?>> scrivendo quello che sarebbe diventato un vero e proprio inno del movimento per i diritti civili degli afro americani.
La risposta è rintracciabile in uno dei versi della canzone:

“Fewer than you think”

“A change is gonna come”, comparsa per la prima volta nell’album “Ain’t that good news” (l’ultimo della vita di Cooke), fu una delle prime canzoni di protesta ed ispirò il famoso brano di Marvin GayeWhat’s going on“.

Nonostante Cooke non abbia mai potuto vedere i risultati del singolo (poiché ucciso nel’64), questo negli anni ha ottenuto prestigiosissimi riconoscimenti. Nel 2005, per esempio, è stata votata come la 12° canzone più importante della storia della musica. “Blowin’ in the wind” fu inserita al 14° posto della stessa classifica stilata dalla rivista Rolling Stone.

Fra le molte reinterpretazioni che ha avuto il brano di Cooke, indubbiamente la versione registrata da Otis Redding nel 1965 rappresenta il miglior risultato commerciale di “A change is gonna come“.

Barack Obama, dopo aver vinto le elezioni del 2008, citò la canzone di Cooke nella dichiarazione ai propri sostenitori a Chicago: <<It’s been a long time coming, but tonight, change has come to America>>. 

Ascolta “A change is gonna come” da Youtube.

Accade nello stesso anno:

  • Il 14 Gennaio George Wallace diventa governatore dell’Alabama. Nel suo discorso inaugurale afferma <<Segregazione oggi, segregazione domani, segregazione per sempre!>>
  • Il 21 Marzo chiude il penitenziario di Alcatraz.
  • L’11 Giugno George Wallace si presenta, affiancato dai suoi sostenitori, davanti all’Università dell’Alabama per impedire la Disegregazione dell’istituto e l’ammissione ai corsi dei primi due studenti neri: Viviane Malone e James Hood, che erano scortati dalla guardia nazionale, da un agente federale e dal procuratore di stato.
  • Il 28 Agosto Martin Luther King tiene il suo famoso discorso dell’ I have a dream davanti al Lincoln Memorial di Washington, al termine di una marcia di protesta per i diritti civili. In questo discorso King esprimeva la speranza che un giorno la popolazione di colore avrebbe goduto degli stessi diritti dei bianchi.
  • Il 15 Settembre a Birmingham, Alabama, una bomba gettata dagli uomini del K.K.K uccide quattro bambine e ferisce altre ventidue persone afroamericane.
  • L’8 Ottobre Sam Cook e la sua band vengono arrestati dopo aver tentato di registrarsi in un Motel per soli bianchi in Louisiana.
  • Il 10 Novembre Malcom X pronuncia nella chiesa battista “King Salomon” di Detroit, Michigan, il suo storico “Discorso ai quadri di base“: <<You catch hell because you’re a blackman. You catch hell, all of us catch hell for the same reason>>. Malcom X asserisce che tutti gli afroamericani dovrebbero unirsi perché condividono il medesimo nemico: l’Uomo bianco, aggressore e sfruttatore.
  • Il 22 Novembre, a Dallas, muore il 35° Presidente degli Stati Uniti d’America. Kennedy fu ucciso da alcuni colpi di arma da fuoco.

160921_mus_dylan-cooke-jpg-crop-promo-xlarge2